Home Libri Recensione: Due di Irène Némirovsky

Recensione: Due di Irène Némirovsky

di Verdiana Quattrocchi

Due è la storia di due famiglie, i Carmontel e i Segré. Con una trama fatta di intrecci amorosi e di tradimenti impareremo a conoscere un gruppo di giovani al termine di una guerra che si vogliono lasciare alle spalle.

Titolo: Due
Autore: Irène Némirovsky
Editore: Adelphi
Pagine: 237 p.
Voto: 3,7/5
Acquistalo su Amazon*: https://amzn.to/2Lzsn81

Ogni secondo era prezioso, insostituibile! Solo la gioventù sa come vola il tempo. Più tardi ci si abitua alla brevità della vita, come alla malattia, alla sfortuna, ma a vent’anni ogni momento che passa lo si vorrebbe trattenere, stringerlo a sé, come più avanti il bambino che cresce!

La trama

Siamo in Francia agli albori degli anni venti. Si è da poco conclusa la guerra e il giovane Antoine Carmontel, il fratello Gilbert e l’amico Dominique Hériot si ritrovano finalmente lontani dal fango delle trincee della Piccardia o dalle sabbie delle Fiandre. Non sono soli, le giovani amiche Marianne Segré e Solange Saint-Clair si attarderanno fino a notte fonda con loro.

I sopravvissuti, sapevano finalmente di essere mortali. È una lezione che di solito si impara quando la giovinezza è ormai finita, ma chi l’ha appresa a vent’anni non la dimenticherà più. Ah, bisogna far presto, non perdere tempo, respirare, baciare, bere, fare l’amore!

Amare a vent’anni vuol dire desiderare. Lo sanno bene questi ragazzi che prendono scelte avventate, lasciandosi trasportare dalla passione e dalle dolci parole. Ma se è facile amare per una notte è difficile amare per tutta la vita. Crescendo prendono decisioni importanti: sposarsi, lavorare, abortire, ed infine anche morire. C’è chi si lascerà morire, prenda di una sorte ormai segnata, c’è chi seguirà il cuore, a discapito di amici e fratelli, ma c’è anche chi andrà avanti, affrontando la vita con qualcuno che non si è scelto consapevolmente, ma verso il quale non si sentirà uno in Due, ma una persona sola.

La mia recensione di Due

Primo incontro per me con Irène Némirovsky. La scrittrice ceca è conosciuta sopratutto per Suite Francese, libro che ora è entrato di diritto nella mia wish list. Dopo un’iniziale difficoltà nel ricordare i nomi e capire i rapporti di amicizia e di parentela, mi sono lasciata trasportare dalla una scrittura così elegante che può essere paragonato al suono di un pianoforte in sottofondo.

Ho seguito le vicende di Antoine e Marianne con un’attenzione maggiore rispetto a quella rivolta alle altre coppie. A differenza degli altri, compiono un percorso, se non più duro, sicuramente più incisivo per la loro crescita personale. Loro vivono, gli altri subiscono. Per vivere non serve fare quello che ti passa per la testa, bisogna interrogarsi e cercare di capire come si possa andare avanti senza mai guardarsi indietro. Sono una continua contraddizione. Amano, ma tradiscono, vogliono la sicurezza, ma vivono nell’incertezza. Sembra che si completino solo quando sono insieme e non quando sono…Due.

Lei leggeva sulle labbra di Antoine le parole che stava per dire ancor prima che lui le pronunciasse. Tra marito e moglie esistono poche reazioni imprevedibili, come ce ne possono essere tra genitori e figli o tra amici intimi. In questo gli sposi sono come fratelli e sorelle che, anche diversi, anche nemici, non sono mai indecifrabili l’uno per l’altro.

Irène Némirovsky coglie esattamente lo spirito del matrimonio. Il matrimonio come impegno, come completamento di due esseri umani che diventano una cosa sola. E ci riesce prendendo come esempio le tipologie di uomini e donne meno indicati. Persone viziate, infedeli ed egocentriche con le quali non vorresti mai identificarti, eppure, proprio da loro, ricevi un messaggio che non ti saresti aspettato di avere.

Consigliato a tutte le persone, sopratutto donne, che hanno voglia di immergersi nell’animo umano e vogliono superare quella fase di cinismo dovuta magari ad esperienze negative. Non aspettarti però il classico romanzo d’amore perché non lo è. L’amore qui è visto come una continua altalena tra ciò che desideri e pensi quindi di amare e ciò che invece ti impegni a fare che è amare.

Aiutami ad acquistare nuovi libri con l’Affiliazione Amazon

*Sono affiliata ad Amazon, dunque cliccando su Amazon e acquistando (entro 24h) Due (e/o qualsiasi altro articolo) percepirò una commissione per un massimo del 10%. Tu non avrai alcun costo aggiuntivo, ma Amazon, pagandomi in buoni spendibili sul suo stesso sito, mi darà l’opportunità di per comprare libri di cui potrò parlarti sul blog e sulla mia pagina Instagram.

Potrebbe piacerti anche...

Lascia un commento

* Usando questo form aderisci alle condizioni generali sulla privacy di questo blog. La tua privacy per noi è importante.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Utilizzando il sito accetti la nostra cookie policy, ma sei libero di eliminarli quando desideri. Accetto